La chat di Facebook sul desktop, con il client Chit Chat

Se state cercando un client leggero e funzionale per chattare con i vostri contatti di Facebook senza accedere alla pagina Web del social network, potete utilizzare Chit Chat: installando questo piccolo programma gratuito, avrete la possibilità di conversare con i vostri amici in maniera fluida, proprio come un Messenger.

Per chi è abituato ad utilizzare Windows Live Messenger, o qualsiasi altro programma dedicato alle conversazioni in tempo reale, non avrà alcuna difficoltà nell’utilizzo di Chit Chat. Vediamo comunque, per i meno esperti, come scaricare, installare e utilizzare questo client per la chat di Facebook.

GUIDA ALL’UTILIZZO

1. Collegarsi alla pagina ufficiale di Chit Chat e scaricare il sosftware sul proprio computer cliccando il bottone arancione “Download” in homepage;

2. Eseguire l’installazione come un qualsiasi altro programma e avviare l’applicazione tramite l’apposita icona sul desktop (il programma dovrebbe avviarsi automaticamente);

3. Come in un qualsiasi client per chattare, dovrete effettuare l’accesso al vostro account digitando le vostre credenziali negli appositi spazi (indirizzo eMail utilizzato in Facebook e relativa password). Selezionare eventualmente la casella “Remember email and password” per effettuare sempre l’accesso automatico. Cliccare quindi il bottone “Sign in“.

. Al primo avvio, potrete decidere di condividere con i vostri contatti Facebook il fatto che state utilizzando Chit Chat attraverso un aggiornamento del vostro stato: basterà scegliere “Si” oppure “No” in base alle proprie preferenze;

5. Una volta effettuato l’accesso, troverete la lista dei vostri contatti di Facebook, suddivisi fra quelli online e quelli offline. Basterà un semplice doppio click su un contatto online per avviare la chat. Ovviamente il vostro contatto non dovrà utilizzare per forza Chit Chat, potrà rispondere semplicemente utilizzando la chat integrata nella pagine Web del social network.

Con un click del tasto destro del mouse su un contatto potrete:

  • Send message: per avviare una chat;
  • Recommend Chit Chat for Facebook: per inviare un messaggio promozionale per far conoscere ai vostri amici l’esistenza del programma;
  • Write to user’s wall: per lasciare un messaggio sulla bacheca del contatto (non dovrete collegarvi al sito, potrete postare il messaggio direttamente dall’apposita finestra di Chit Chat);
  • Send mail: per inviare un messaggio privato al contatto di Facebook (potrete inserire l’oggetto e il messaggio direttamente in una finestra di Chit Chat).

Download di Chit Chat

Share

Da GenerazioneInternet

Annunci
Pubblicato in Instant Messaging, Social Network, Software free | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Le 15 cose che non sai sui sogni

Il sonno, l’insonnia, l’incubo ricorrente, la paralisi notturna, il sogno lucido. Ce ne sarebbero di articoli da scrivere su un argomento che tutt’ora rimane intangibile e poco definito, laddove niente è reale ma niente è più reale di un sogno per il sognatore. Forse però non tutti sanno che il sogno può contenere immagini, suoni, emozioni che non sono affatto casuali, ma vengono dal profondo inconscio che, libero da inibizioni, ci porta a contatto con la nostra essenza. Facciamo un pò di chiarezza su cosa sono i sogni. Lo sapevate che:

  1. Dimentichiamo il 90% dei nostri sogni. Al risveglio, durante i primi 5 minuti, abbiamo già dimenticato metà dei nostri sogni. E nei successivi 10 minuti ne ricordiamo solo un 10%.
  2. I non vedenti sognano. Sia coloro che sono diventati cechi nel corso della vita, sia i cechi dalla nascita.
  3. Ognuno di noi ha dei sogni. Se pensi di non sognare, li hai soltanto dimenticati.
  4. Nei nostri sogni, i volti delle persone sono reali. La mente non costruisce e nemmeno inventa immagini. Sono tutte prese dalla nostra vita quotidiana: volti che incrociamo per strada mentre ci rechiamo in ufficio ad esempio. Persone che soltanto sfiorano la nostra vita, nel sogno possono comparire e sembrarci estranee. In realtà le abbiamo già viste.
  5. Non tutti sognano a colori. Circa il 12% delle persone sogna in bianco e nero. Interessante come, fino al 1950, la maggior parte delle persone aveva sogni in bianco e nero. Mentre dal 1960 in poi, le persone hanno iniziato ad avere sogni a colori. Giusto quando la tv è diventata a colori.
  6. I sogni nascondono simboli. Non sempre il soggetto di un sogno è ciò che sogniamo. Il linguaggio dei sogni è profondo e complesso, e dietro una figura c’è spesso dell’altro. Sono le emozioni che si nascondono dietro ai soggetti ad avere significato.
  7. Le emozioni. L’emozione più comune nel sogno è l’ansietà. In generale le emozioni più frequenti sono quelle negative, che durante il giorno cerchiamo di nascondere.
  8. In una notte puoi avere dei 4 ai sette sogni.
  9. Anche gli animali sognano. Osservate il vostro cane o il vostro gatto mentre dorme: vedrete che muoverà le sue zampe e emetterà deboli suoni come se fosse alla ricerca di qualcosa nel sogno.
  10. La paralisi notturna. Durante la fare R.E.M. il corpo è paralizzato da un processo cerebrale che blocca ogni movimento. Non di rado capita che, per brevi periodi, il nostro cervello si svegli dal sonno ma il nostro corpo rimanga paralizzato.
  11. Incorporazione dei sensi. Durante il sonno, tutto ciò che proviene dall’esterno come ad esempio un suono, viene incorporato nel sogno stesso, elaborato e trasformato. Un clacson di un’automobile, nel sogno può essere interpretato come il canto di una persona.
  12. Le donne sognano in maniera differente rispetto agli uomini. Gli uomini tendono a sognare altri uomini, mentre le donne sognano in maniera equa sia uomini che donne. In generale, il sogno di un uomo contiene emozioni più forti rispetto a quello di una donna.
  13. I sogni premonitori. Recenti studi hanno rivelato che, circa il 30% delle persone, ha avuto un sogno premonitore, e che il 70% ha sognato un déja vu.
  14. Quando russiamo, non abbiamo sogni. Tuttavia non c’è ancora alcun riscontro scientifico a questa teoria.
  15. Nei sogni può capitare di raggiungere un orgasmo. Questo perchè le sensazioni provate sono assolutamente identiche alla realtà.

E voi, che esperienza avete avuto nei vostri sogni?

Share

Pubblicato in Curiosità | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Le 6 abitudini di Facebook che non potresti mai avere offline

E’ curioso analizzare l’approccio che gli utenti di Facebook hanno in rete ed altrettanto curioso è il paragone con la vita al di fuori di questi schemi. Eccovi sette chiari esempi di come, ciò che facciamo su Facebook, potrebbe sembrare assurdo e forse imbarazzante se fatto lontano dal social network:

  1. Dichiarare il proprio stato a tutti: Hey, sono single! Ehm…la mia è una relazione complicata, sto con una ragazza cioè un’amica ma sono anche in cerca di una nuova amica…per parlare un pò magari di filosofia anche perchè tra le mie pagine preferite ce ne sono alcune di Nietzsche. E quella citazione come fa? Quella che ho nel mio profilo e parla di un mondo che non è più lo stesso.
  2. Inserirsi in conversazioni altrui: sai cosa intendo, quella conversazione di un gruppo di persone, alcune conosciute e alcune no, nella quale compare un commento per far capire che sei un contatto attivo nella comunità, che sei un attento osservatore e che apprezzi certi argomenti. Solo su Facebook è concesso farlo.
  3. Il pulsante “Mi piace”: amici che non sapevi più nemmeno fossero tuoi amici, ma che di tanto in tanto compaiono sotto un tuo aggiornamento di stato o una tua pubblicazione. Ed è quello il tuo rapporto con loro, un pulsante.
  4. Inviti a pagine e gruppi vari: oramai quasi non ci si fa più neanche caso, si clicca direttamente su ignora. E, per fortuna accade solo su facebook. Avessi amici che mi chiamassero per invitarmi al gruppo “Se anche tu vivi tre metri sopra il cielo”, di sicuro li eliminerei…con una 44 magnum.
  5. Ti hanno taggato: farsi taggare in una foto della sera del tuo compleanno, ubriaco fradicio, la camicia strappata e colorata di chiazze di vino, e il giorno dopo presentarsi al lavoro…non (h)a-pprezzo!
  6. Il Poke: riuscite a immaginare un vostro amico che, passando vicino a voi, senza aprir bocca, vi da un “poke” e se ne va? Ne avete mai capito il significato? Come si reagisce ad un poke?

Sono sicuro che, dopo aver letto questo articolo…sarà tutto come prima… ma solo online per fortuna!

Share

Pubblicato in News tecnologiche, Social Network | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

Askalo, la nuova frontiera delle risposte

Vi è mai capitato di dovervi recare in una nuova città o magari all’estero e aver bisogno di consigli su dove poter mangiare una buona pizza o magari dove poter dormire spendendo poco? Per dare una risposta ai vostri quesiti non c’è più bisogno di cercare sul web, ma la risposta arriverà direttamente da voi. In che modo? Askalo! Una nuova community che permette agli utenti di porre dei quesiti legati ad una località, che riceveranno risposte direttamente da quegli utenti che risiedono nella stessa zona. Inoltre, per verificare l’attendibilità della risposta, verrà votata da altri utenti che vivono in quella zona così che potrete essere certi di aver avuto la miglior risposta possibile. L’Italia non è ancora raggiunta da questo servizio, ma ho la netta sensazione che arriverà presto. Vale la pena farsi un’idea. E voi cosa ne pensate? Avete domande?

Vai alla Homepage di Askalo

Share

Pubblicato in News tecnologiche, Social Network | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Gioco online consigliato

Il gioco proposto per voi oggi si chiama Saving Christmas.

Aiuta Babbo Natale a salvare il Natale. Tutti i regali sono stati rubati. Recuperali e riportali a Babbo Natale. Evita i pupazzi di neve che cercheranno di ostacolarti. Buon divertimento!

Gioca a Saving Christmas

Share

Pubblicato in Games Online | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Scopri chi ti ha cancellato da Facebook…

Da oggi è possibile tenere sotto controllo i propri amici e ricevere una e-mail quando un contatto ti elimina dalle sue amicizie. E’ un’applicazione ufficiale approvata da Facebook (forse la prima di questo genere), realmente funzionante! Gratuita e non necessita di nessuna installazione, basta connettere il proprio account Facebook e autorizzare l’applicazione. Assolutamente da provare! Ecco il link:

Who deleted me on Facebook?

Share

Pubblicato in Social Network | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Goodwebnews è anche su Facebook…

Non poteva mancare una pagina su facebook. E’ infatti ora attivo uno spazio sul social network più popolare del momento. Cliccando sul pulsante “Mi piace” non solo riceverete le notifiche di nuovi post direttamente nella vostra bacheca di Facebook, ma darete al blog un grosso contributo per la crescita…Grazie per il sostegno!

Goodwebnews su Facebook

Share

Pubblicato in Social Network | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Nuove icone natalizie per addobbare il tuo blog

Mancano 15 giorni al Natale e tutte le strade sono decorate a festa! E voi avete iniziato a decorare il vostro blog? Se ancora non lo avete fatto, qui di seguito vi propongo diverse icone natalizie che daranno un tocco di magia al vostro blog, ognuna delle quali scaricabile in alta qualità e pronta all’uso. Rigorosamente gratuite. Basterà cliccare sull’immagine che più vi piace per avviare il download. Buon divertimento!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Da 10Steps

Pubblicato in Utility per il blog/sito | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Amazon arriva in Italia

Amazon per chi non la conoscesse, è una tra le più grandi e importanti compagnie americane che si occupano di vendere prodotti online.

Il suo catalogo è immenso.

Si possono trovare libri, musica, film, computer, mp3, fotocamere, smartphone e tantissimo altro.

Per farvi un’idea, andate sul sito originale americano, e vi renderete conto voi stessi.

Nonostante Amazon spedisca in tutto il mondo, era sempre un’ incognita ordinare prodotti dall’ america, un pò per sfiducia, un pò perchè molti di noi non si sentivano sicuri.

Da oggi, sarà tutto più semplice. Amazon arriva anche in Italia e apre il suo sito Amazon.it. Ora ci sarà da divertirsi.

Giusto in tempo per fare i regali di Natale.

Vai al sito Amazon.it

Share

Da Mobiletech

Pubblicato in News tecnologiche | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il pacchetto Office sempre a portata di click

Il pacchetto dei programmi Microsoft sempre a disposizione. Anche se il portatile su cui sono stati installati è rimasto a casa. La novità di Redmond si chiama Office Web Apps. In buona sostanza, si tratta di prodotti complementari a Word, Excel, PowerPoint e OneNote, attraverso cui visualizzare, creare e modificare documenti direttamente sul Web. Secondo quanto dichiarato dall’azienda californiana, sono state oltre venti milioni le persone che hanno provato, nei primi cento giorni di vita, il nuovo servizio.

Office Web Apps

I requisiti per usufruire di Office Web Apps sono limitati. Viene chiaramente richiesta la connessione a Internet, un browser (Firefox, Internet Explorer, Safari) e l’accesso a Windows Live ID. Alcune particolarità riguardano le funzionalità mobili che, come viene spiegato dagli sviluppatori, hanno bisogno di Microsoft Office Mobile 2010 (non presente in Office Web Apps).

Microsoft assicura perfezione assoluta: “Le applicazioni di Office Web Apps garantiscono una visualizzazione dei documenti ad alta fedeltà, affinché il contenuto sia reso al meglio. Dalle immagini alle note a piè di pagina, dai bordi delle tabelle agli effetti di testo, il file viene sempre visualizzato con una grande fedeltà al documento e una formattazione coerente”.

In linea con le recenti strategie, si rafforza il legame con Facebook. Attraverso Docs.com, i documenti Word, Excel, PowerPoint e OneNote possono essere visualizzati (e modificati) direttamente dal social network.

Prova Microsoft Office Live

Da Webmasterpoint

Share

Pubblicato in Software free | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 1 commento